Quello Che Non Ho

Gia Carlo, questo è un mondo difficile e vita intensa felicità a momenti per dirla con l’immortale Tonino Carotone.

Avrai gia capito che come papà sono un po naif, molto improvvisato, musone a tratti, allegro spesso, di fondo cazzaro (ti spieghero forse un giorno questa parola del gatto), permaloso, testone ma soprattutto non ho pazienza.

Questo è un problema, piu per te che per me, aspettati solenni sfuriate, concluse da battute stupide al fulmicotone, perchè a me l’incazzatura passa in 5 nanosecondi netti.

Capisco che questo per un bimbetto possa essere destabilizzante, ma se hai preso un poco da me e da nonna Anna capirai benissimo che tutto questo fa parte di un lontano bagaglio genetico che ha reso i tuoi avi odiati e cacciati da tutte le tribù del genovesato.

Mamma invece ha un modo dolcissimo ed allo stesso tempo sottilmente perfido di litigare ma lo scoprirai da solo.

Tornando a noi, oltre alla pazienza sono molte cose quelle che non ho.

Non ho un conto in banca da milioni, ma vedrai che ti daremo sempre di piu di quello che avrai bisogno

Non ho (per ora) un lavoro un mestiere da passarti e francamente non so se sia una benedizione o una cosa negativa, forse alla fine essere liberi ed in grado di scegliere diventa il piu bel regalo.

Non ho voglia di spedirti in mille sport, speriamo tu riesca a sceglierne uno che ti faccia divertire e crescere sano, a me il rugby ha sempre dato molto, magari sul sano sano proprio no, visto che qualcosa mi sono sempre rotto in campo.

Non ho tempo per vederti cosi spesso , di seguire la tua crescita come vorrei , già adesso, ma questo purtroppo nel mondo di oggi è normale, correre correre correre sempre, venendo spremuti dal capo del momento.

Non ho la capacità di rallentare l’invecchiamento di Bruce Springsteen, quando potrai andare ad un suo concerto lui sarà gia in una casa di riposo per vecchie stelle rimbecillite del rock nel new jersey, lo “stoned pony” (questa la capiamo in due o tre) .

Non ho piu la possibilità di portarti a vedere artisti come Faber, ma ho i dischi in vinile ancora dei tuoi nonni.

In realtà non ho la piu pallida idea di come insegnarti le cose, dalle piu banali a quelle piu complesse. Mi dirai ed a te come le hanno insegnate? beh ehm ecco forse il fatto è che sono consapevole della mia ignoranza, vabbe facciamo un patto, impariamo insieme eh? Importante è che mi fai rispondere sempre per primo (sai questa mia competitività è tutta colpa di un tizio, il Carre, un mio compagno di scuola di tanti tanti anni fa che…ma questa è tutta un’altra storia )

Annunci

Un Commento

  1. dedee

    sapere di non sapere è un gran vantaggio. Carlo guarderà i tuoi vinili di Faber o i video di Bruce e si chiederà in che mondo sei vissuto… l’età della pietra tecnologica… 🙂

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...