Si Viaggiare…

cortoSai Carlo tu sei figlio e nipote di viaggiatori.

Già siamo viaggiatori di famiglia, sballottati in giro pe ril mondo dal lavoro (spesso) e dal piacere (qualche volta).

Ma in ogni viaggio scoprirai quel gusto agro di lasciare dietro le spalle la tua realtà quotidiana, uscire all’ alba o di notte, un po’ affannati, lasciando la tua famiglia, addormentata placida e scoprendo giorno per giorno, chilometro dopo chilometro, aeroporto dopo aeroporto la parte dolce del viaggio, quella della scoperta.

Dovrai imparare a giudicare gli uomini. Non è facile, raramente è un percorso affascinante, ma avrai pochi minuti o ore per capire se potrai fidarti di qualcuno o no.

Dovrai essere indulgente con le loro debolezze e ferreo con le tue esigenze.

Essenzialmente in molti viaggi ti troverai solo con te stesso, ma non sarai mai abbandonato.

Qualche piccola regola arrivatami con l’eperienza:

  • Si curioso sempre, chiedi e scoprirai sempre cose nuove.
  • Si gentile e rispettoso, sorridi quando puoi, la cortesia è una moneta preziosa che apre moltissime porte
  • Si inflessibile e duro con chi non merita la tua fiducia, se puoi allontanati da persone che non stimi, qualcuno potrebbe confonderti con loro
  • Impara sempre qualche parola del luogo in cui sei, ti ritornera utile
  • Impara ad avere le antenne sempre rizzate, non è sempre sicuro viaggiare, soprattutto in certi paesi
  • Pianifica il viaggio quanto piu puoi ma non ti preoccupare se qualcosa andra storto, dagli imprevisti di viaggio spesso nascono le avventure piu memorabili
  • Tieniti sempre una uscita di sicurezza che ti possa riportare velocemente a casa
  • Ricorda di scegliere se essere un viaggiatore o uno zingaro ma ti prego dove potrai mai essere solo un turista
  • Divertiti quando puoi, sempre pero rispettando le persone ed il posto in cui ti trovi
  • Non usare solo i tuoi occhi, hai anche gli altri sensi da soddisfare durante il tuo viaggio

Ecco, qui tra i due o tre lettori ci sono fior di viaggiatori, magari anche loro lasceranno qualche consiglio, magari ti diranno di non rispettarne neanche uno e tutto sommato non posso dargli torto, ad ognuno il suo viaggio.

 

Annunci

  1. Zuccannella

    Lascia stare i villaggi vacanze: non rappresentano in alcun modo il posto in cui sei.
    Non pretendere di mangiare italiano all’estero: non sarà mai come quello di casa, e tutte le altre cucine offrono degli spunti interessanti, basta non aspettarsi il ragù della nonna.
    Viaggia più che puoi, per scelta. Anche da solo.
    La neve non è un nemico, ma la poesia che cade dal cielo: non insultarla (questo magari non c’entra granché con viaggio, ma telo scrivo lo stesso).
    Ah, e mi raccomando il bagaglio: che sia il più leggero possibile. E te lo dico da donna, fai tu.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...